martedì 31 gennaio 2017

Salvò 669 Bambini Dalle Camere A Gas... E Non Sa Di Essere Seduto In Mezzo A Loro

Quella che vi raccontiamo è la storia di Nicholas Winton, un uomo come tanti che un giorno decise di uscire dalla normalità di una vita comune per diventare un eroe silenzioso e instancabile, che oggi finalmente ha tutto il riconoscimento che merita.

Winton nacque in una famiglia benestante da genitori ebrei tedeschi convertiti al cristianesimo. In gioventù fu un agente di borsa a Londra, ma dopo che i nazisti occuparono la città di Praga si dedicò a tempo pieno ad un'attività ben più nobile: salvare vite umane.


Nel 1938 infatti il suo amico Martin Blake lo informò con dovizia di particolari della situazione dei campi profughi, in cui molti esseri umani vivevano in condizioni insopportabili.

L'uomo decise così di impegnarsi con tutte le sue possibilità per salvare vite, e in particolare si concentrò sui bambini.

Utilizzando un albergo come base di manovra, organizzò un viaggio dalla Cecoslovacchia al Regno unito per ben 669 bambini divisi in 7 grandi gruppi. Era prevista la partenza di un ulteriore ottavo gruppo il 3 settembre 1939, ma l'inizio della seconda guerra mondiale e la chiusura delle frontiere tedesche mandarono a monte il progetto e purtroppo di quell'ultimo treno della speranza si persero le tracce.

Continua qui (video)

Nessun commento: