giovedì 26 giugno 2014

Le ali della mente

Ho camminato sulla terra nuda
Su sassi e rovi pungenti...
Un vento arido, caldo
Ha portato via chi m'ha protetto
E abbracciato piccola
E chi, piccolo germoglio,
abbracciar non potei.

Mi graffia la realtà
Con le sue ruvide mani
E allora chiudo gli occhi
E corro sfiorando coi piedi
Verdi prati fioriti
Nel sole di primavera
Tra musiche e canti
Che si librano nell'aria
Senza spartiti né orchestra...
E volo cieli sconfinati
Con ali leggere
Su candide nuvole
E rinfresco e libero
Il mio cuore bruciato.
E poi giù giù
Nuoto in un mare profondo
Dove una luce di vetro
Rivela tesori preziosi.
Così la mente in sogno
Cura le mie ferite.
Ma poi bevo felicità
In attimi reali
Che durano all'infinito
E il cuore si libra
In voli inebrianti
... e la realtà sorride.

Cos'è il sogno
Se non un fiocco
Di divinità
Dimenticato in noi
Da chi ci ha creato?

Rosa Maria Marongiu

venerdì 13 giugno 2014

Come stanno le cose

Ho un urlo nella gola, la vita a soqquadro.
Potrei dire che ho peccato ma non ricordo quando
e non ricordo dove, forse non ho capito

sono stata fuori di me cercando forte
non mi sono trovata – nemmeno lì-

Dovrò credere al vicino, anche la sua mucca
capisce piemontese e ha smesso di figliare,
lui è morto – sa le cose come stanno –

Tu entra di spalle, e chiudi
conosco bene solo la tua schiena.


Lucia Marilena Ingranata

sabato 7 giugno 2014

Amore adulto

Un giorno nella vita all'improvviso
ti capita l'Amore, quell'amore che
si appiccica alla pelle, s'infila dentro
il cuore, scivola in ogni tuo pensiero
e toglie il respiro ad ogni attimo,
quell'attimo che fino a poco prima
non aveva più luce.
Non importa se quell'amore è arrivato ora
in contemporanea alle prime rughe sul viso,
tanto lui non ci fa caso, tanto le vere rughe
sono tutte lì, sopra il cuore.


Lisa