mercoledì 28 ottobre 2009

Il mare...

Il mare spesso parla con parole lontane,
dice cose che nessuno sa.
Soltanto quelli che conoscono l'amore
possono apprendere la lezione dalle onde,
che hanno il movimento del cuore.

Romano Battaglia

lunedì 26 ottobre 2009

Il percorso del mago

Post n°12 pubblicato il 06 Ottobre 2009 da animasolerosso

Vi e' un mago in ognuno di noi .

Questo mago vede e conosce tutto.

Un mago puo' trasformare la paura in gioia,

la frustrazione in soddisfazione.

Un mago puo' puo' trasformare la temporalita' in atemporalita'.

Un mago puo' trasportarvi oltre i limiti fino all' infinito.

Il mago si trova oltre le polarita' di luce e oscurita'

bene e male,piacere e dolore.

Tutto cio' che e' osservato dal mago ha le radici nel mondo dell' invisibile.

Il corpo e la mente possono addormentarsi, ma il mago non smette mai di essere vigile.

Il mago osserva il trasformarsi del mondo, ma la sua anima dimora in reami di luce.

Lo scenario cambia ,il Vedente rimane lo stesso.

Il vostro corpo e' il luogo che i vostri ricordi chiamano casa.

Chi sono io? E' l' unica domanda che valga la pena di essere posta e l' unica che non abbia mai trovato risposta.

E' il vostro destino assumere un' infinita' di ruoli,ma voi non siete questi ruoli.

Lo Spirito non ha dimora in nessun luogo specifico,ma lascia dietro di se un' impronta che chiamiamo corpo.

Un mago non si considera un evento locale che sogna di un mondo piu' ampio

Un mago e' un mondo che sogna eventi locali.

I maghi non credono nella morte.

Ogni cosa e' viva nella luce della consapevolezza.

Non vi e' inizio ne' fine.

Per il mago inizio e fine sono prodotti della mente.

Per essere pienamente vivi,dovete morire al passato.

L e molecole si dissociano e muoiono, ma la coscienza sopravvive alla morte della materia sulla quale governa.

L a coscienza del mago e' un campo che esiste ovunque.

Le correnti di conoscenza contenute nel campo sono eterne e fluiscono sempre.

Secoli di conoscenza cono compressi in momenti rivelatori.

Viviamo come creste di energia nel vasto oceano dell energia.

Quando l ego viene messo da parte,avete accesso alla totalita' della memoria.

Quando le porte della percezione saranno rese trasparenti, comincerete a vedere il mondo invisibile:il mondo del mago.

Dentro di voi c'e' una sorgente di vita cui potete attingere trasparenza e trasformazione.

Purificazione significa liberarsi dalle tossine della vita: emozioni tossiche, pensieri tossici,relazioni tossiche.

Tutti i corpi viventi,solidi o raefatti, sono fasci di energia che possono essere recepiti direttamente.

Il potere e' una lama a doppio taglio.

Il potere dell' ego e' tutto teso al controllo e al dominio.

Il potere del mago e' il potere dell' amore.

La sede del potere e' nel profondo del se'.

L'ego ci segue come un' ombra oscura.Ilsuo potere ci intosica e da assuefazione,ma e' soprattutto distruttivo.

La condizione del mago e' quella dell'essere conoscente.Questa dimensione del conoscere orchestra la sua stessa realizzazione.

Il campo di consapevolezza si organizza intorno alle nostre intenzioni.

Conoscenza e intenzione sono forze.L'oggetto della vostra intenzione indiriza il campo in vostro favore.

Le intenzioni sono compresse in parole, sono veicoli di poteri magici.

Il mago non cerca di risolvere il mistero della vita, e' qui per viverlo.

Tutti abbiamo in noi un se' ombra che e' parte della nostra realta' complessiva.

L'ombra none' li per ferire ma per mettere in luce dove siamo incompleti.

Quando l' ombra e' accolta, puo' guarire:Quando guarisce si trasforma in Amore.

Quando si vive con tutte le qualita' opposte,vivi il tuo"io" totale come fa il mago.

Il mago e' un insegnante di Alchimia.Alchimia e' trasformazione

Attraverso l' alchimia date avvio alla vostra ricerca di perfezione.

Voi siete il mondo.Se trasformate voi stessi,anche il mondo in cui vivete sara' trasformato

Gli obbiettivi della ricerca,eroismo,speranza,graziae amore,sono eredita' dell'eterno.

Per attirare l' aiuto del mago,dovete essere forti nella verita',non testardi nel giudizio.

La saggezza e' vivae, di conseguenza,sempre imprevedibile.

L'ordine e' l' altra faccia del caos, il caos e' l'altra faccia dell' ordine.

L'incertezza che senti dentro di te e' la soglia della saggezza.

L'insicurezza e' compagna del ricercatore,egli continua ad incespicare.ma non cade mai.

L'ordine umanoe' fatto di regole.L'ordine del mago non ha regole:fluisce con la natura della vita.

La realta' della vostra esperienza e' un'immagine riflessa delle vostre aspettative.

Se ogni giorno proiettate le stesse immagini,la vostra realta' rimarra' ogni giorno la stessa.

Quando l' attenzione e' perfetta, dal caos e dalla confusione crea ordine e chiarezza.

I maghi non si affliggono per cio' che e' perduto,

poiche' solo cio' che non e' reale puo' essere perduto.

Pedete tutto, solo cio' che e' reale rimarra'

Nelle macerie della devastazione edel disastro sono sepolti tesori nascosti.

Quando guardate nelle ceneri, guardate bene.

Amano a mano che conosci l' amore ,diventi amore.

L'amore e' piu' di una semplice emozione.E' una forza della naturae, quindi,deve avere in se' la verita'.

Quando pronunci la parola amore, puoi cogliernela sensazione,ma l 'essenza non puo' essere detta.

L'amore piu' puro si trova dove meno ci si aspetta: nel non attaccamento.

I ricercatori non si perdono mai, perche' lo spirito e' sempre in contatto con loro.

Il mondo dello spiritooffre continuamente indizi ai ricercatori.Per quasi tutti i mortali questi indizisono coicidenze.

Per un mago non esistono voincidenze.Ogni evento mette in luce un altro strato dell' anima.

Lo spirito vuole incontrarti.Per accettare il suo invito devi essere indifeso.

Quando ricerchi, inizia dal tuo cuore.

La grotta del cuore e' la dimora della verita'.

(....)

DEEPAK CHOPRA L'antica saggezza dell'Anima

Fonte

venerdì 23 ottobre 2009

Il travet

Ai tempi di mio padre
mi avrebbero chiamato travet.
Camicia bianca inamidata
mezze maniche nere a vestire
diligenza e puntualità.

Cravatta al collo come cappio
valigetta consunta nella mano
clangore ferroso del tram.

Gente che sale e che scende
aria viziata la mattina,
il cartello “vietato sputare”
e giornate tutte uguali
come il refrain di una vecchia canzone.

E’ la mia vita
la vita di un travet moderno.
Sguardo basso
e mani nelle tasche.
E’ la vita di un triste rabdomante meneghino che
in fondo in fondo
cerca solo il coraggio di volare.

Buba

Fonte